Mercato chiuso? Nì. La Juventus, sottotraccia, sta cercando di portare a compimento un super colpo per sferrare l’attacco decisivo e definitivo a quel sogno chiamato Champions League. E negli ultimi giorni tutti gli indizi hanno portato a un nome, che nelle scorse settimane ha già infiammato l’opinione pubblica: parliamo di Sergej Milinkovic Savic. I motivi per credere al super bombone finale ci sono tutti.

LIQUIDITÀ PRESENTE

Sì, la Juventus ha i soldi per sferrare un attacco al centrocampista della Lazio, nonostante le richieste di Lotito. Le cessioni di Higuain, Sturaro, Mandragora, Caldara, Pjaca e la prossima di Sturaro, sempre più in uscita, porteranno denaro fresco nelle casse dei bianconeri. E se è vero che alcuni di questi – Higuain e Pjaca, ad esempio – non sono stati ceduti a titolo definitivo, ma in prestito con diritto di riscatto, è altrettanto noto che è possibile bypassare questo problema semplicemente dilazionando l’acquisto. Insomma: la Juve ha i soldi, c’è soltanto da convincere Lotito.

ANELLO MANCANTE

Manca soltanto un pezzettino per costruire quella che potrebbe essere la Juventus più forte di sempre, o quantomeno la più completa. L’arrivo di Leonardo Bonucci ha permesso la costruzione di un reparto difensivo di qualità e di esperienza, mentre Ronaldo in attacco ha garantito la presenza di un fenomeno da cinque palloni d’oro che la dirigenza bianconera aspettava da tantissimo tempo. In mezzo al campo, l’arrivo di Emre Can ha dato sicuramente tanta spinta e quantità, ma c’è bisogno di un’altra mezzala, capace magari anche di inserirsi: un vero top player del centrocampo. A questo identikit corrisponde il serbo della Lazio.

VOLONTÀ DETERMINANTE

Nel calcio attuale, oltre i soldi, oltre i contratti, conta soltanto una cosa: la volontà del calciatore. E da mesi, quella di Sergej Milinkovic Savic, è una sola: vuole vestire il bianconero. L’ingaggio che la Juventus gli offrirebbe è superiore al rilancio di Lotito, che raddoppierebbe gli 1.5 milioni di euro che in questo momento il serbo prende a Roma. Ma non è solo questo: è questione di ambizione, di voglia di vincere, o meglio, voglia di vestire il bianconero. La Juventus aspetta gli ultimi giorni per mettere alle strette la Lazio, che potrebbe trovarsi nella condizione di dover vendere un calciatore scontento. E allora, a quel punto, potrà dare il là a una vera e propria trattativa da ultimo secondo di calciomercato. Milinkovic Savic alla Juventus, sognare si può.

APPRFONDIMENTI  La Cardiff-erenza sta tutta nella testa