Juventus-Udinese è stata la partita che ha consegnato, per la prima volta nell’anno, grazie anche al pareggio in serata tra Napoli e Inter, il primato ai bianconeri. La squadra di Allegri ha, però, ritrovato anche un altro tassello molto importante, fondamentale da ora in avanti nel prosieguo della stagione, vale a dire Claudio Marchisio. Il Principino ha mostrato ancora una forma fisica non smagliante, ma è sembrato nettamente in ripresa rispetto alle ultime partite. Marchisio, negli ultimi due mesi di stagione, potrebbe risultare ancora clamorosamente importante alla causa bianconera e dovrà essere una pedina decisiva nello scacchiere di Massimiliano Allegri.

SENATORE DELLO SPOGLIATOIO

Non bisogna mai sottovalutare l’importanza di Claudio all’interno dello spogliatoio bianconero. La sua eleganza e la sua educazione nascondono un atteggiamento da leader che tra le mura di Vinovo si sente sicuramente, dato che, assieme a Buffon e Chiellini, è quello con più anzianità nel gruppo. Marchisio sa benissimo cosa significa essere della Juve e indossare la maglia della Juve, visto che lo fa da quando era un bambino. Nei momenti decisivi, siamo sicuri che i suoi discorsi e la sua presenza all’interno del gruppo non mancheranno.

QUEL QUARTO DI FINALE…

Contro l’Udinese, Marchisio ha ricoperto il ruolo di playmaker di centrocampo. Quando andò via Pirlo, la stragrande maggioranza degli addetti ai lavori pensava che il posto di Mozart l’avrebbe preso il Principino. In realtà, nonostante sia stato titolare per molto tempo con Allegri, fino al momento dell’infortunio ai legamenti che ha rappresentato lo spartiacque della sua carriera, Marchisio non è riuscito a imporsi come si pensava in quella posizione. Ma ora la Juventus e Allegri hanno maledettamente bisogno di lui: nell’andata dei quarti di finale di Champions League, Miralem Pjanic sarà squalificato e toccherà molto probabilmente a Claudio prendere il suo posto. Un’eredità importante, in un match fondamentale per il prosieguo della stagione bianconera che, in un’ipotesi di addio a fine stagione, potrebbe essere uno degli ultimi grandi palcoscenici in bianconero per Marchisio. E allora, che si chiuda in bellezza: Claudio ha ancora tanto da dare alla causa.

APPRFONDIMENTI  I 5 giocatori che cambieranno la Juventus nel 2018