L’impostazione dello scorso mercato della Juventus è stata piuttosto chiara: prendere i migliori giocatori della Serie A per rinforzare la rosa e indebolire le rivali. Così sono arrivati a Torino Miralem Pjanic e Gonzalo Higuain, fondamentali nella straordinaria stagione bianconera. Per quest’estate cambierà la strategia? Nel dubbio, ipotizziamo i tre giocatori che si potrebbero strappare alla Roma.

KOSTAS MANOLAS – D’accordo, il difensore centrale greco non è il miglior esempio di costanza. Ma avere come compagni di reparto (e d’allenamento) Barzagli, Chiellini e Bonucci non è proprio come trovarsi di fianco Fazio e Rudiger. Meno responsabilità e compagni d’esperienza potrebbero permettere a Manolas di fare il definitivo salto di qualità. E il classe ’91 abbasserebbe l’età media di un reparto difensivo che entro qualche anno andrà rivisto. Con lui e Rugani il futuro della Juventus sarebbe solido, a cominciare dalla fase di copertura.

KEVIN STROOTMAN – Nainggolan ha dichiarato che non andrebbe mai alla Juventus? Non c’è problema, tra l’altro non sarebbe semplice per Allegri collocare il belga nel suo scacchiere tattico. Discorso diverso però può essere fatto per Kevin Strootman, non per niente soprannominato “la lavatrice”, colui che trasforma i palloni sporchi in assist puliti per i compagni. Dopo tanti infortuni l’olandese potrebbe approdare in una piazza degna delle sue qualità, e un centrocampo a due con lui e Pjanic (con cui ha buon feeling) alle spalle del trio di trequartisti ammirati in questa stagione può far sognare i tifosi. La sua grinta è fondamentale nelle partite più dure, e di certo l’olandese non è uno che si tira indietro quando c’è da tirare fuori gli artigli. Alternare lui e Khedira permetterebbe inoltre di non affaticare troppo nessuno dei due, conoscendo la loro propensione agli infortuni.

APPRFONDIMENTI  Le differenze ed analogie fra l'Inter del Triplete e la Juventus di Allegri

MOHAMED SALAH – 25 anni da compiere, terza stagione da protagonista in Serie A con record personale di gol fatti (15) nonostante un mese saltato per la partecipazione in Coppa d’Africa. La carriera di Salah è in costante ascesa, ed è bene pensare di acquistare l’egiziano prima che arrivi al culmine. Le sue accelerazioni sono l’incubo delle difese, sta migliorando sotto porta e continuare a essere un ottimo uomo assist. Il suo spirito di sacrificio in fase di copertura si adatta alle richieste di Allegri, che può schierarlo comodamente nel 4-2-3-1. Tra l’altro un limite di questa Juventus, a voler trovare il pelo dell’uovo, è la quasi totale assenza di ricambi per gli esterni alti. L’egiziano può fare staffetta con Cuadrado, in attesa di capire il ruolo di Pjaca. Senza dimenticare che all’occorrenza può giocare seconda punta, ruolo già ricoperto in passato. Insomma, l’uomo giusto per portare qualcosa in più a una rosa stratosferica. Poi toccherebbe alla Roma trovare un degno sostituto.